trattam. corpo - MEDICINA ESTETICA BRESCIA, CHIRURGIA ESTETICA BRESCIA, IBSA e l’acido ialuronico, Hydrolift, trattamento acido ialuronico.

Vai ai contenuti

Menu principale:

medicina estetica > info trattamenti

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Rimodellamento Corporeo

Per rimodellamento corporeo si intende la possibilità di riarmonizzare la silouette avvalendosi dell’ausilio delle più efficaci terapie mediche conosciute e di specifici protocolli dietologici particolarmente efficaci non solo per il trattamento dell’obesità e del sovrappeso, ma soprattutto per la riduzione o l’eliminazione delle adiposità localizzate e di alcune forme di cellulite.

Qual è il problema?
SOVRAPPESO
OBESITA’
ADIPOSITA’ LOCALIZZATA
CELLULITE
IPOTONIA MUSCOLARE
CEDIMENTO CUTANEO


La Visita di medicina estetica è il momento fondamentale nel quale è possibile stabilire un protocollo terapeutico personalizzato e specifico per il problema estetico da trattare:

se si tratta di obesità o sovrappeso potrà essere molto utile prescrivere uno specifico regime alimentare che si basa sull’assunzione di integratori proteico-aminoacidici per alcune settimane: questi protocolli dietoterapici sono in grado di agire a livello metabolico promuovendo soprattutto la riduzione delle adiposità localizzate senza alcuna perdita di massa muscolare.

nel caso di adiposità localizzata (braccia, addome, fianchi, glutei, cosce, ginocchia, polpacci...) la rivoluzionari tecnica LESC attraverso la Microlipocavitazione è senz’altro la soluzione ideale per eliminare in una sola seduta gli antiestetici cuscinetti di grasso!

 
per le diverse forme della cosiddetta cellulite esistono diverse terapie che vanno scelte specificamente caso per caso: Carbossiterapia, Laser Infrarosso, Endermologie...







la lassità muscolare o ipotonia muscolare conferisce alla pelle un aspetto ‘molle e rilassato’, per questo il migliore rimedio (se non sei fanatica della palestra!) è l’elettrostimolazione muscolare





se il problema è la lassità cutanea (braccia, addome, interno cosce...)non c’è niente di meglio che la Carbossiterapia o la Radiofrequenza









Per ogni problematica riguardante la forma fisica, a seconda dello specifico ambito nel quale è necessario intervenire, esiste una soluzione mirata:

Strategie terapeutiche diverse per ognuno e sempre personalizzate!

Carbossiterapia




Per Carbossiterapia s’intende l’utilizzo di CO2 per scopi terapeutici.
Questa metodica è stata utilizzata per la prima volta in Francia nel 1932 per la cura delle arteriopatie periferiche.
La Co2 è un gas di biossido di carbonio, inodore ed incolore.
La somministrazione sottocutanea di CO2 non influisce assolutamente con la respirazione e non determina rischio di embolia, infatti la diffusibilità di questo gas è fino a 30 volte superiore a quella dell’ossigeno.




La videocapillaroscopia a sonda ottica e la flussimetria laser doppler sono due metodiche di indagine microangiologica che hanno dimostrato rispettivamente che l’azione CO2 per via sottocutanea si estrinseca attraverso un meccanismo di vasodilatazione ed incremento della sfigmicità arteriolare con conseguente aumento della velocità di flusso a livello del microcircolo.

Il meccanismo d’azione consiste innanzitutto in una stimolazione diretta delle cellule muscolari lisce arteriolari (acidosi) ed azione simpatico-mimetica con conseguente aumento della velocità di flusso ed apertura dei dispositivi di blocco a livello dei capillari ed in secondo luogo in una riduzione dell’affinità dell’emoglobina per l’O2 con maggiore ossigenazione tissutale e lipolisi.








Per questa ragione nelle forme di cosiddetta CELLULITE in cui prevale una microangiopatia da stasi, la somministrazione sottocutanea di CO2 rappresenta una terapia d’elezione: la cute migliora visibilmente il suo aspetto in termini di compattezza ed elasticità (dimostrata anche da indagine elastometrica), riduzione dello spessore cutaneo e degli avvallamenti superficiali (DIMPLING) .

Le biopsie di pazienti sottoposte ad infiltrazione di CO2 nell’ipoderma a livello delle ADIPOSITÀ LOCALIZZATE, hanno permesso di analizzare istologicamente i tessuti trattati e così verificare: “numerose fratture delle membrane cellulari adipocitarie con presenza di materiale lipidico nell’interstizio ed assenza di alterazioni delle strutture dermiche profonde e vascolari principali”…….questo effetto si traduce in una riduzione in centimetri delle adiposità localizzate a livello di addome, fianchi, cosce, ginocchia, glutei, ecc. …I/le pazienti vengono sottoposti a una o due sedute settimanali per cicli di 10, 20 sedute ed i risultati sono visibili fin dalle prime sedute.

L’osservazione occasionale di un aumento di elasticità e tonicità della cute degli arti inferiori, comprovata da elastometria ed esame istologico, ci ha indotto ad utilizzare la carbossiterapia in regioni corporee diverse, caratterizzate da segni di invecchiamento cutaneo: viso, collo, decolletè, braccia, ecc. ... L’aumento dello spessore dermico e quindi la stimolazione fibroblastica indotta dall’anidride carbonica, rende ragione del fatto che il trattamento delle cosiddette SMAGLIATURE e delle ZONE DI LASSITÀ CUTANEA come la regione del sotto-mento, profilo della mandibola, collo, decolletè, seno, braccia, addome, interno cosce e perfino le palpebre (che finora sono state considerate una regione da trattare solo chirurgicamente) rappresentano un’indicazione principe nell’utilizzo di questa terapia, con risultati visibili spesso entro le prime 3-4 sedute di trattamento.


Collo prima e dopo 10 sedute di carbossiterapia
NOTA COME DOPO SOLO 8 SEDUTE SIA GIÀ PRESENTE UNA NOTEVOLE RIDUZIONE DELLE GRINZE E PIEGHE DEL COLLO





Regione sovra-ombelicale prima e dopo 10 sedute di carbossiterapia


NOTA COME DOPO SOLO 10 SEDUTE TUTTA LA PELLE RISULTA PIÙ COMPATTA, L’OMBELICO PIÙ SOLLEVATO E TONICO, LE SMAGLIATURE SI ABBRONZANO, MENTRE PRIMA, ANCHE SOTTO IL SOLE MANTENEVANO UNA COLORAZIONE ‘BIANCA-MADREPERLACEA’.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu